Luce non fa rima con Duce

Quando Mussolini soggiornava alla Rocca delle Caminate veniva acceso un potente faro in cima alla torre la cui luce arrivava sino al mare, per segnalare la presenza del Duce ai riottosi romagnoli.

Il Resto del Carlino del 5 febbraio annuncia trionfalmente che la Provincia di Forlì, in una riunione in cui è circolato troppo sangiovese, ha deciso all’unanimità di riaccendere il faro.

Non viene specificato quando il faro dovrebbe essere acceso: sempre, in particolari ricorrenze, in occasione di raduni nostalgici?

predappio

Si cerca di “sfruttare il turismo legato al ventennio” , in realtà c’è la spinta a sdoganare culturalmente il fascismo.

Riaccendere questo simbolo dello strapotere del dittatore ci farà vergognare in Europa, la luce di questo faro getterà un ombra sinistra sulla Romagna e sull’Italia. Come sarà spiegato, comunicato questo evento? Semplice: “è il faro del duce”.

La Romagna non è la terra del fascismo, bisogna fermare questo scempio.

 

One thought on “Luce non fa rima con Duce

  1. Pingback: Lo scandalo della riaccensione del faro del duce in Romagna – domande

aggiungi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...